Shakes & Fidget - The Game - Supportboard  
  #11  
Vecchio 11.11.2011, 20:59
L'avatar di Mutt
Mutt Mutt non è in linea
Senior Member
 
Registrato dal: 07.05.2011
residenza: Conurbazione Bononia-Modena
Messaggi: 2,179
predefinito

______
Quote:
Post di Transizione.
Sta andando alla grande ragazze, ancora un post di Eclavy e una risposta di Ydra, poi c'é un evento.

Eclavy
Ydra
Mutt
Evento di Trama
__________________

METTERE UNA FIRMA È DA PRECISINI...

... come i Pantaloni!

Rispondi quotando
  #12  
Vecchio 12.11.2011, 00:19
L'avatar di kati
kati kati non è in linea
Senior Member
 
Registrato dal: 02.09.2010
residenza: warp
Messaggi: 4,234
predefinito

l'umore di Eclavy non cambiò, nemmeno quando sentì che la ragazza le dava della vagabonda, in fondo che ne sapeva lei?...
niente di tutto questo... umana...
dsse quell'ultima parola con un accento di disprezzo...

va bene... al tuo tre
disse, con un tono freddo... non aveva più voglia di star lì, e voleva semplicemente uscire da quel negozio polveroso e tornare per sua strada. Inoltre aveva perso gran parte della notte, e quella cosa le dava fastidio, non sapeva neanche perchè avesse acconsentito così di buon grado a quella proposta...che però riflettendo, era la migliore. di certo se avessero iniziato uno scontro ora avrebbero attirato la polizia... anche se visto com'era il porto non sembrava che ce ne fossero molte...
Eclavy stava aspettando che la ragazza iniziasse a contare, mentre se ne stava a braccie conserte...
__________________
Se uno dedica la propria vita a atti puri e al bene degli altri, morirà senza ringraziamenti e senza essere ricordato.
Se egli esercita il proprio genio nel portare sofferenza e morte a miliardi di individui, il suo nome riecheggierà nei millenni, per un centinaio di vite.
L'infamia è sempre preferibile all'ignominia....
Rispondi quotando
  #13  
Vecchio 12.11.2011, 08:03
GiantFelo
Guest
 
Messaggi: n/a
predefinito

<< Uno ... Due......Tre >>
Ydra si alzo' lentamente in piedi , con le braccia poco piu' alte della sua testa,
lo sguardo fisso al bancone .
Era una situazione alquanto sgradevole , la mano impugnava ancora ben stretta l'arma e l'indice premeva il grilletto.
Non sapeva chi si sarebbe trovata davanti fosse anche una ragazzina, Ydra non avrebbe mai rischiato.

Quote:
Muttino mi fai calpestare un topino di bottega che poi me lo magno? :p
Rispondi quotando
  #14  
Vecchio 12.11.2011, 12:01
L'avatar di Mutt
Mutt Mutt non è in linea
Senior Member
 
Registrato dal: 07.05.2011
residenza: Conurbazione Bononia-Modena
Messaggi: 2,179
predefinito

Un timido topino fuggì dal laboratorio, uscendo dall'occhio infranto di una delle bambole. Un sussulto dilagante, il dito freddo e caldo allo stesso tempo sul grilletto della Beretta.
Una sensazione di parità.
Ydra osservò chi aveva di fronte. La ragazza era appena uscita dal suo nascondiglio improvvisato. I capelli corti, il vestiario...
La pelle scura, sotto i paramenti.
Un colore ineluttabile. Il colore del diverso.
Ydra ebbe un momento di esistazione. Quella ragazza, incontrata per caso laggiù nella tenebrosa, umida Venezia. Era come lei.
Vi era tuttavia qualcosa di diverso.
Odio.
Un odio folle e generalizzato per la razza umana. Un sentimento estraneo e astuto, qualcosa di pericoloso che la stessa Ydra aveva più volte provato. E come non avrebbe potuto?
Osservò negli occhi la maga. Forse, un'altra vagabonda entrata per caso nella stessa bottega? Il sestiere del porto è ricco di topi d'appartamento, specialmente nel periodo autunnale, quando i turisti se ne sono andati e la morsa mediatica si allenta. Probabile, anche se poco credibile.
Ydra ci credeva alle coincidenze? Chissà.

Non riuscirono a dire altro.
Qualcosa parlò al loro posto. Qualcosa che sembrava provenire dal recesso più oscuro dell'ampia bottega. Qualcosa che sembrava essere li da sempre.
Niente passi.
Solo l'affettato sfrigolare come di uno straccio umido sul pavimento. Irregolare, incomprensibile. Viscerale. Qualcosa si mosse nella buia umidità di quell'antro maledetto. Boccette in frantumi, qualcosa che cade. Qualcosa che si rompe.
La voce come un fiotto di acido muriatico lungo la gola.

Nel sentire quelle parole, Eclavy deglutì un amaro boccone.

<<Ma... GA!>>

Quote:
Ok signorine è tempo di testare le vostre abilità come si deve! Qualcosa ha parlato dal buio, fatevi sotto e sbrigatevela come preferite!

Ydra
Eclavy
Mutt
__________________

METTERE UNA FIRMA È DA PRECISINI...

... come i Pantaloni!


Ultima modifica di Mutt; 12.11.2011 a 18:38
Rispondi quotando
  #15  
Vecchio 12.11.2011, 18:32
GiantFelo
Guest
 
Messaggi: n/a
predefinito

Ydra osservava con non poco stupore quella strana ragazza, scura come la notte senza luna .

" Che sia un'altra cavia della ' Gabbia ' scappata ?' " Penso', mentre la fissava per scoprirne le origini .
No ... non c'e' memoria nella sua mente di simili creature .

<< Sembri uscita da un sabba di vecchie streghe rincitrullite per il troppo alcool, ragazza >>

Si avvicino' lentamente alla scura figura , chinando il capo in segno di fiducia nelle sue azioni.
Quella creatura emanava molto calore , specialmente le mani. Ydra ne fu attratta.Era incuriosita voleva saperne di piu'.

Abbasso' le braccia tirandosi giu' il cappuccio del mantello . Lunghe chiome di capelli bianchi, incolti e sporchi ,
le solcavano il viso.

<< Come ti chiami ? Se un nome ti han.....>>
Non fini' la frase che un rumore si levo' alle sue spalle .
Giro' la testa di scatto alle sue spalle, le gambe leggermente flesse pronte .
Scruto' nell' ombra , ma la sua vista non era delle piu' acute.
Una voce , se una voce era , irruppe quel silenzio " Ma..Ga"

Ydra prese il braccio della giovane ragazza e dandogli un leggero scossone grido':

<< Vieni ... via , fuori ....qui stiamo strette >>

Ultima modifica di GiantFelo; 12.11.2011 a 19:02
Rispondi quotando
  #16  
Vecchio 13.11.2011, 00:14
L'avatar di kati
kati kati non è in linea
Senior Member
 
Registrato dal: 02.09.2010
residenza: warp
Messaggi: 4,234
predefinito

Eclavy scrutò la ragazza da cima a fondo, la sua espressione di stupore nel vederla non la turbò, tutti facevano così alla vista del colore della sua pelle... notò però qualcosa di diverso, come se fosse più che altro curiosa...
l'espressione del suo viso non cambiò, neppure quando parlò di streghe.. che sciocchezza...

Non si mosse di un millimetro, mentre la ladra si avvicinava a lei, il suo sguardo non cambiò e continuò a fissarla con freddezza e odio. le diede fastidio vedere che la figura iniziava a guardarla con interesse.. che voleva?... stava per dire qualcosa quando la ladra si levò il cappuccio. Eclavy fece una faccia un pò stupita... non aveva mai visto nessuno con una pelle di quel colore... era la prima volta che incontrava una così.

Sembrava quasi una specie di incrocio tra un'umano e un rettile... altra testimonianza della crudeltà degli umani. L'aspetto di lei le fece capire anche il perchè della sua rapidità e prontezza di riflessi... sì, ora il quadro le era chiaro... il suo sguardò sembrò cambiato, ora forse non era poi tanto di odio, anche se quello rimaneva predominante... se avesse avuto tempo le avrebbe chiesto la sua storia... ma chissà se cenera..

come la ladra sentì il rumore, pure lei si girò verso la sorgente, non le piaceva quel rumore e forse era quello che le aveva provocato quella sensazione prima... C'ERA qualcosa allora...
disse in tono sprezzante, mentre si mise in una posizione simile a quella della ladra, non c'era niente di buon auspicio.
Una voce parlò, e sentirla la fece deglutire... come fa a sapere? si chiese, facendo un passo indietro, gli occhi puntati al buio per vedere chi ci fosse... quello era un punto a suo favore, i suoi occhi riuscivano a vedere discretamente al buio, al contrario di quelli umani...

Sentì la ragazza che la prendeva per il bracciò, scuotendolo leggermente, reagì al tocco, non le piaceva essere toccata... scosse il braccio e si liberò della presa, fulminando con lo sguardo la ragazza...
non...rifarlo... disse, in tono duro per poi dirigersi verso la vetrina rotta, per uscire fuori...
upf... si girò qualche secondo, per vedere se anche la ladra uscisse...
__________________
Se uno dedica la propria vita a atti puri e al bene degli altri, morirà senza ringraziamenti e senza essere ricordato.
Se egli esercita il proprio genio nel portare sofferenza e morte a miliardi di individui, il suo nome riecheggierà nei millenni, per un centinaio di vite.
L'infamia è sempre preferibile all'ignominia....
Rispondi quotando
  #17  
Vecchio 13.11.2011, 11:22
L'avatar di Mutt
Mutt Mutt non è in linea
Senior Member
 
Registrato dal: 07.05.2011
residenza: Conurbazione Bononia-Modena
Messaggi: 2,179
predefinito

<<Ma...GA!>>

Qualcosa strisciò fuori dal macello di ceramica e porcellana.
Un osceno insieme di tutta la parafernalia presente in quel laboratorio, accompagnato dal nauseabondo fetore della cera semicotta. Un sinistro raspare come di plastica sul pavimento.
Un insieme di boccette vuote e piene, accozzaglia senza senso ne nome, rotolò fuori dalle ombre.

<<LaSciA...STarE...le MiE...cOsE!>>

Qualunque cosa stesse parlando, aveva sicuramente individuato la presenza di Eclavy. In qualche modo ne fiutava l'esistenza, come un segugio alla caccia, sguinzagliato alla ricerca della volpe. Ciononostante, quest'ultima affermazione, semicomprensibile nel suo tono vibrante e scalcinato, era sicuramente rivolta alla ladra.

La luce della luna risplendeva sul canale agitato dal vento.
Riflessa dalle torbide acque, illuminò le ombre oscure del laboratorio. La paccottiglia della bottega aveva ora formato una sorta di oscena, gigantesca mano rabberciata. Un artiglio delle dimensioni di un piccolo divano.
Un'altra. Stavolta più piccola, striminzita, costituita da un vecchio mangianastri a cassetta che usava come appoggio stabile.

Ne emerse il viso.
Anch'esso un'orribile ammasso di ciarpame accomodato malamente. Un vecchio pistone oleoso al posto del naso. Le testoline stradicate dei bambolotti formavano un'oscena dentatura ghignante. Una vecchia tenda sfilacciata come lunghi capelli macilenti.
Uno degli occhi era spento ed inespressivo, una boccia per pesci rossi vuota e secca.
L'altro, un posacenere pieno di mozziconi che la creatura spruzzava un pò ovunque, nella spasmodica agonia.

<<RiDaMMi...iL MiO...>>

Con uno sforzo sovrumano, l'accozzaglia intelligente si gettò sulle due intruse.

<<il MiO teSoRO!!!>>

Quote:
Situazione.
Ok, ragazzotte mie. È tempo di pugnare come mamma vi ha fatte! In questo gioco, i combattimenti saranno pochi e narrati in maniera più dinamica. Per quanto riguarda i cosiddetti BOSS, voi giocatori avrete una scheda di riferimento durante lo scontro, che si aggiornerà con il passare dei turni.

Leggete il successivo Quote per tutte le informazioni
Quote:
Poltergeist

Forte - Percettivo.
Debolezza: ???.

Abilità Speciali.

-???-
-???-

Turnazione


Ydra - Eclavy - Poltergeist.

__________________

METTERE UNA FIRMA È DA PRECISINI...

... come i Pantaloni!

Rispondi quotando
  #18  
Vecchio 13.11.2011, 13:05
GiantFelo
Guest
 
Messaggi: n/a
predefinito

<< Che razza di trucco da circo e' questo ? >>

Ydra sorpresa dal caotico e informe accozzaglia di oggetti, che all'improvviso si erano animati , resto' immobile come congelata da tale misteriosa presenza .
Dopo un attimo di sgomento giro' lo sguardo all'indietro per vedere dove era la ragazza .
Fece 2 passi avanti verso il calderone e diede un calcio al medesimo con l'intenzione di poter almeno frenare tale COSA...
" Sparare a degli oggetti non mi sembra il massimo "

<< Che sai fare ragazza ? >> Urlo' alla nera figura mentre indietreggiava di qualche passo cercando di avvicinarsi il piu' possibile all'uscita .
Rispondi quotando
  #19  
Vecchio 13.11.2011, 22:50
L'avatar di kati
kati kati non è in linea
Senior Member
 
Registrato dal: 02.09.2010
residenza: warp
Messaggi: 4,234
predefinito

Eclavy diede un'occhiata veloce alla ladra...quella si che era una bella domanda.
Ora la sua attenzione era tutta su quel "mostro" formato da oggetti... le faceva ribrezzo, non credeva che potesse vivere un'accozzaglia di roba simile...

La sua mente iniziò a ragionare, come si poteva far secco un affare del genere? servivano di certo forti impatti per colpirlo e dividerlo dalle sue parti... dei colpi piccoli seppur precisi non sarebbero serviti a molto... sbuffò, non poteva usare ne le sue pistole o i coltelli e non era forte di fisico... non le rimaneva che una soluzione: la magia...

Rilassò il corpo, e iniziò a percepire la magia scorrerle attraverso le vene... una magia nera, come la sua pelle. Eclavy non indietreggiava, il suo corpo era concentrato per l'attacco che presto avrebbe provocato... davanti ai suoi occhi già si immaginò la forma che avrebbe dovuto far prendere alla magia: fiamme, nere come il suo odio, quelle l'avrebberò bruciato.. almeno sperava. Iniziò a concentrarsi sulla magia, sulle fiamme che si sarebbero dovute creare ai piedi del mostro: la loro forma, il loro calore... e la loro intensità... tutto le appariva già in mente, insieme alla scena della loro apparizione...
__________________
Se uno dedica la propria vita a atti puri e al bene degli altri, morirà senza ringraziamenti e senza essere ricordato.
Se egli esercita il proprio genio nel portare sofferenza e morte a miliardi di individui, il suo nome riecheggierà nei millenni, per un centinaio di vite.
L'infamia è sempre preferibile all'ignominia....
Rispondi quotando
  #20  
Vecchio 13.11.2011, 23:56
L'avatar di Mutt
Mutt Mutt non è in linea
Senior Member
 
Registrato dal: 07.05.2011
residenza: Conurbazione Bononia-Modena
Messaggi: 2,179
predefinito

Eclavy gettò lo sguardo sotto il macabro, gigantesco viso di paccottiglia rabberciata. Un bacio di fuoco.
Questo era il suo desiderio. Peccato che chiunque accogliesse i suoi sacrifici avesse anche un malefico senso del macabro. Ogni sua stregoneria aveva lo stesso, identico odore della Morte. Un odore che Ydra conosceva bene.
Storse il naso.

Mani.
Orribili mani scheletriche, composte da molteplici lingue di fuoco completamente nero, oscuro come l'odio della strega. Stesero le dita verso il viso della creatura, afferrandolo saldamente per gli zigomi improvvisati.
Strillò di dolore.
Ancora altre. Ancora di più. Dalle boccette sui tavoli. Dagli occhi delle bambole sugli scaffali. Dal fondo del pentolone rovesciato da Ydra.
Ovunque emergevano quegli orrendi tentacoli incandescenti.

Il Poltergeist si contorse come un'anguilla presa all'amo.
Strillava qualcosa di incomprensibile, qualcosa che le due non riuscirono a comprendere. Spalancò le fauci in un grottesco sorriso famelico.
Le fiamme le penetrarono fin dentro la gola.
Un risultato la maga lo aveva ottenuto. Ma a che prezzo.

Qualcosa ne uscì dalla bocca.
Completamente avvolta dalle fiamme, una lunga antenna. Un semplice, basilare ago di metallo brunito e rugginoso.

*Zack!*

La velocità della strega non fu sufficiente, concentrata com'era, ad evitare il fulmineo pungiglione. L'ago si estroflesse per oltre due metri di lunghezza, traforando duramente la spalla di Eclavy.

La maga osservò il viso.
Il cuore, lentamente, iniziava già a rallentare.

Quote:
Situazione
Il Poltergeist, colpito dall'attacco magico, ha attaccato Eclavy con una sorta di ago dalla bocca, centrandola nella spalla. Acquisisce il tratto Robusto.

PolterGeist
Forte - Robusto - Percettivo.
Debolezza: ???.

Colpito dalle Fiamme di Eclavy.
-Ferito-

Abilità Speciali

-Bacio dell'Ape-
Il Poltergeist è in grado di estroflettere un lungo ago per oltre tre metri. La vittima colpita da quest'arma subisce non subisce danni, ma gli effetti di un infarto in piena regola. Tuttavia, dolore e rallentamento delle funzioni vitali derivati non portano alla morte, se non coadiuvati da altri attacchi.

Se la vittima colpita è un mago, il Bacio dell'Ape ruba letteralmente il potere dello stregone. Questo non influisce sulle capacità del mago, ma permette al Poltergeist di acquisire nuovi tratti caratteristica.

-???-

Combattimento
Il calderone rovesciato ha limitato le possibilità di visuale della creatura (se mai dovesse aver bisogno di occhi) e l'attacco magico ha apportato seri danni alla struttura che lo compone. È evidente che non si tratta di un costrutto completamente magico.

Ydra è in una posizione estremamente privilegiata per non essere colpita. Il calderone rovesciato la protegge da un attacco diretto dell'ago.

Eclavy è ferita dal Bacio dell'Ape. Kati deve narrare la sensazione di acuto dolore e la perdita di sensi quasi letale. Ciononostante, riesce a mantenere la concentrazione, sebbene la ferita la porti indietro nella lista turni. Le mani di fuoco sono ancora in gioco e ancora possono essere controllate.

Turnazione
Ydra - Poltergeist - Eclavy.

__________________

METTERE UNA FIRMA È DA PRECISINI...

... come i Pantaloni!


Ultima modifica di Mutt; 14.11.2011 a 00:01
Rispondi quotando
Rispondi

Strumenti della discussione
Modalità di visualizzazione

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smilie sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è disattivato

Salto del forum


Tutti gli orari sono GMT +3. Attualmente sono le 09:17.


Powered by vBulletin versione 3.8.4
Copyright ©: 2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana Team: vBulletin-italia.it
Copyright ©2011 by 'Playa Games GmbH'